Ingressi, androni, portoni a Milano

In giro per Milano, guardando dentro i portoni per vedere cosa rimane dell'antica abitudine di annunciarsi all'ospite con il decoro dell'ingresso.
Androni con scorci bellissimi sui cortili ma con la vista ostacolata da automobili parcheggiate all'interno.
Androni anonimi, tantissimi, o portoni chiusi, non fotografati, dove è stata eliminata la figura del custode, depositario un tempo di tutti i segreti del caseggiato.
Androni situati in zone prestigiose deturpati da vetrate anonime ma antisfondamento. Non fotografati nemmeno questi.
Androni tenuti puliti e lucidati tutti i giorni, con la cera.
Zelanti custodi salvaguardano i residenti dallo sguardo implacabile di un occhio di vetro, quello davanti al mio.
Occhio di vetro malvisto contrapposto ad un altro analogo, ma considerato amico, quello delle telecamere di videosorveglianza.
Tutte le fotografie sono state scattate dal marciapiedi, limite ultimo concesso alla curiosità dalla moderna concezione della privacy.
(Fotografie scattate tra il 2012 e il 2014. Queste ed altre foto sono state inserite nel libro "...scala a destra, secondo piano..." fatto stampare in formato 30x30 nel maggio 2014 presso Blurb)






Buy this book

loading